Italiano Inglese

Smart Speakers, 5G ed Esports: ecco le tendenze di mercato del 2019

5G, Smart Speakers, Esports. Saranno queste le tendenze di riferimento per il 2019. Almeno secondo le previsione di Deloitte nel suo report “TMT Predictions 2019. Soprattutto lo sviluppo della rete wireless di quinta generazione (5G) entrerà su vasta scala nel mercato. Già nell'anno appena concluso è stato testato da oltre 70 operatori, entro la fine del 2019 dovrebbero essere 25 gli operatori che lanceranno il nuovo servizio, soprattutto nelle città. I telefoni 5G venduti saranno circa un milione così come i modem 5G. L'adozione a questo nuovo modello di connettività sarà però graduale, così come era avvenuto per il passaggio tra 3G e 4G. Solo quest'anno infatti il 4G diventerà il modello predominante a 14 anni di distanza dal lancio. Quindi c'è da attendersi la stessa cosa per il 5G che inizialmente sarà una tecnologia di nicchia. Nel 2025 si prevede che superi il 30% delle connessioni in Europa. «Uno dei temi caldi dei prossimi anni è sicuramente la diffusione della rete 5G su larga scala – ha detto Andrea Laurenza, Partner Deloitte e responsabile italiano del settore TMT - Il 5G è senza dubbio la tecnologia di connessione del futuro che porterà ad avere comunicazioni sempre più veloci e soprattutto favorirà la diffusione dell’IoT su larga scala. Anche se la curva di adozione del 5G potrebbe essere relativamente bassa nei prossimi 12-24 mesi, e anche se ci vorranno anni per il 5G per replicare la posizione dominante del 4G sul mercato, molti operatori di telecomunicazioni hanno un forte incentivo a investire oggi nella nuova rete per motivi di velocità, latenza, penetrazione e (specialmente) capacità».

Un'altra grande novità di tendenza è rappresentata dagli Smart Speakers che già nell'ultimo Natale sono stati un gettonato regalo. Il settore, secondo Deloitte, avrà un valore nel 2019 di ben 7 miliardi di dollari con 164 milioni di pezzi venduti e un fatturato di questa industria pari a 4,3 miliardi di dollari. I dispositivi connessi viaggiano ad un tasso di crescita del 63%. Se nei paesi in lingua inglese hanno già avuto un'ottima diffusione la loro diffusione in altre aree del mondo rappresenta la vera sfida. Non è arduo ritenere che possano diventare un oggetto più venduto anche dello smartphone, soprattutto per la loro duttilità di utilizzo:  hanno il vantaggio di poter essere installati in case, alberghi, ufficio, in ogni aula scolastica o in ogni letto di un ospedale. Alcune grandi catene di alberghi hanno già pianificato l’adozione di smart speaker, ma ci sono numerose attività che potrebbero beneficiarne, ad esempio nei ristoranti, laboratori chimici, fabbriche e gli ospedali. Questi dispositivi connessi sono in grado di riprodurre con il comando vocale musica e stazioni radio, possono essere interrogati su qualunque argomento di utilità (viabilità, meteo, storia, attualità, sport ecc.). Sono e saranno in grado di azionare elettrodomestici e luci. «Le vendite di smart speaker dovrebbero aumentare notevolmente nel 2019 e probabilmente anche nel 2020 – aggiunge Laurenza - affinché il mercato continui a crescere, tuttavia, bisogna puntare su applicazioni che vadano oltre il semplice uso per la musica o per controllare le previsioni del tempo. La più grande barriera da superare sarà convincere gli user dell’utilità dei comandi vocali e del riconoscimento vocale, poiché sono tradizionalmente restii all’utilizzo di queste funzionalità su device quali lo smartphone. La chiave del successo sarà anche proporre usi ed applicazioni differenti da quelli attualmente disponibili. Gli smart speaker devono diventare più utili più spesso, per questo motivo la creazione di nuove applicazioni e una migliore accuratezza dei risultati saranno probabilmente la chiave per la crescita del mercato»

Nel nuovo mondo digitale, il calcio in diretta Tv o tramite le piattaforme Ip sarà sempre un fenomeno di successo, soprattutto per i broadcaster e per chi incassa i relativi diritti. Mentre continuerà a crescere la diffusione degli eSport, anche sui canali tradizionali. Il settore degli eSport (videogiochi online competitivi con una struttura di un campionato professionale tradizionale) a livello globale include numerosi titoli di giochi, campionati e giocatori in competizione su varie piattaforme: PC, console e dispositivi mobili. Sebbene il settore degli eSport sia ancora giovane, risulta essere, secondo il report Deloitte ,rappresentativo dell’evoluzione del consumo dei media da parte degli utenti e della loro interazione con essi. Si tratta di un mercato in continua crescita, si prevede che nel 2019 si espanderà del 35% negli USA (previsione Deloitte) grazie alla pubblicità, alle licenze e alle vendite in franchising, in Asia invece ha già raggiunto la maturità da qualche anno. Nel complesso, gli analisti prevedono che i ricavi del mercato globale degli eSports raggiungeranno il miliardo di dollari nel 2019, spinti dalla pubblicità, dai diritti di trasmissione e dall'espansione della lega.

Gianluca Cimini

Smart Speakers, 5G ed Esports: ecco le tendenze di mercato del 2019