Italiano Inglese

Politica manageriale di una società farmaceutica

Quali tipo di politica manageriale serve per ottenere il successo di una società che opera nella farmaceutica? Si tratta di un settore in cui la componente Ricerca e Sviluppo riveste una funzione primaria. Sia per non sbagliare i corposi investimenti che necessariamente vanno indirizzati in quello che rappresenta il futuro dell'azienda con i nuovi prodotti che verranno realizzati. Una parte consistente dei ricavi infatti finisce proprio nella componente R&D. La prospettiva di successo o di sopravvivenza nel lungo periodo sta dunque tutta nella capacità della società di saper ricavare il massimo dagli investimenti in ricerca. La difficoltà risiede proprio in questa fase perché spesso capita che la spesa finisca fuori controllo con tutte le conseguenze del caso. E qui sta la bravura dei manager, nel saper attuare le giuste metodologie per fare in modo che questo non accada. I manager della farmaceutica tra le altre cose secondo il “Rapporto retribuzioni Italia” elaborato da OD&M Consulting, sono tra i più pagati in Italia (61.600 euro +5% sulla media). Il mercato è diventato ancora più difficile non solo per una concorrenza sempre più agguerrita soprattutto nel campo dei farmaci generici ma anche perché nel settore farmaceutico il punto di equilibrio di ogni prodotto si è inesorabilmente spostato in avanti a causa della maggiore complessità del percorso che porta ad ottenere le autorizzazioni governative. Ed allo stesso tempo la vita di un prodotto dura sempre di meno, anche per la scadenza dei brevetti.

Dunque il margine di profitto si è fatto molto più sottile rispetto ai tempi d'oro del passato ed anche lo scenario futuro non sembra prospettare grandi crescite. Sbagliare quindi un prodotto significa mettere a repentaglio non solo la vita stessa dell'azienda ma anche il capitale di azionisti ed investitori. Oggi però stiamo assistendo ad un processo di Ricerca e Sviluppo piuttosto lento e farraginoso in cui i costi schizzano in alto, la pianificazione spesso non sembra essere all'altezza ed il ritardo nella commercializzazione dei prodotti rischia di essere una pesante zavorra di partenza. E le responsabilità possono essere individuate indubbiamente in scelte errate di management, spesso affidate non a veri esperti di business ma a personale accademico. C'è poi da considerare il travolgente ingresso delle aziende biotecnologiche diventate ormai fornitrici di servizi e prodotti per la farmaceutica. Una collaborazione ed una competizione allo stesso tempo.  Si tratta di aziende il cui focus è mirato proprio alla Ricerca e Sviluppo e questo ha comportato per tutte le aziende ulteriori grandi investimenti in piattaforme e tecnologie con tutti i rischi del caso. Ecco dunque come sia diventato davvero fondamentale in questo settore poter avvalersi di professionisti e manager con una visione futuristica del settore e con le necessarie competenze di business per una ottimale gestione dei progetti. Altrimenti il rischio può essere quello di essere spazzati via dal mercato.

Gianluca Cimini

Gianluca Cimini - Politica manageriale di una società farmaceutica